The Putin Interviews

The Putin Interviews ( Oliver Stone, USA, 2017)

The Vladimir Putin Interviews è un documentario di Oliver Stone.

Il lavoro del regista di Platoon e Nato il quattro Luglio, prodotto dalla ShowTime, è andato in onda in forma di miniserie televisiva in quattro puntate da 60 minuti negli USA, mentre in Italia è stato trasmesso per la prima volta in due puntate nell’ottobre del 2017 su RAI3.

La serie è nata da una serie di incontri ed interviste che il regista Oliver Stone ha avuto “a casa di Putin” tra il luglio 2015 e il febbraio 2017. Un vero colpaccio mediatico e filmico, dove Stone e il suo produttore Fernando Sulichin, sono riusciti a scoprire in almeno 12 momenti diversi, luoghi e aspetti del tutto inediti del personaggio Vladimir Putin.

Putin, accompagnato da un giovane interprete, si racconta a Stone e alla sua troupe in situazioni inaspettate: mentre guida a folle velocità un Suv per accompagnare il regista nella sua dacia privata, si fa filmare mentre gioca ad Hockey, dove prima cade in modo goffo sul ghiaccio per poi segnare un gol da navigato professionista. Lo vediamo mentre si allena in palestra in divisa da maestro di Judo e lo troviamo alle prese con i suoi cavalli.

Stone e la sua produzione sanno fare bene il loro lavoro. Il documentario scorre in location da sogno: la cappella privata di Putin tra antiche icone e stucchi dorati, la sala del trono del Cremlino, le magnifiche sale delle sue riunioni, i magniloquenti uffici e gli sfarzosi arredi.

Un tempo la casa di Putin era la casa degli zar …

Il documentario si guarda piacevolmente, la vita di Putin potrebbe fornire validi spunti per una nuova produzione della Marvel. Oliver Stone segue un copione ben congegnato. Un balletto visivo, dove si alternano momenti dal tono disteso e goliardico a slanci idealistici e filosofici.

Vladimir Putin è nato a Leningrado ( oggi San Pietroburgo ) il 7 ottobre del 1952.

Putin ha frequentato la facoltà di giurisprudenza dell’Ex-Unione Sovietica, è stato reclutato dal KGB per diventarne tenente colonnello e poi si e riversato in politica. Dove è al vertice del suo paese con il quarto mandato da presidente della Federazione Russa, intervallato con due incarichi da primo ministro. Dopo una recente modifica della costituzione: potrebbe restare in carica a vita.

Il documentario di Stone è stato molto criticato negli Usa. Il regista di JFK è stato accusato di aver lasciato troppi pretesti di propaganda al presidente russo, per la critica troppe sono state le domande banali e troppe le affermazioni buoniste … Putin ama i sui nipoti … Putin è un fervente credente …

In effetti in tutto il docu-film la figura di Putin appare ironica e statuaria, mentre Stone ne sembra quasi ammaliato. Putin ne esce sicuramente “intelligente e documentato” come ci suggerisce anche Mark Lawson che ha recensito il film sul Guardian. Per un approfondimento rimando anche ad Enrico Deaglio che su Repubblica ha ben scritto circa l’ambiguità del lavoro di Stone in occasione dell’uscita del libro intervista edito da Marsilio e tratto dal documentario.

Di certo diversi brividi ci scorrono lungo la schiena vedendo il volto e gli occhi di Putin mentre, insieme a Stone, guardano alcune scene de Il dottor Stranamore, del grande Stanley Kubrick

Stone alla fine della visione vuole regalare a Putin una copia del film. Così nel documentario si vede Putin che si allontana contento come un bambino con in mano il suo dono. “Lo zar” sparisce ingoiato da una maestosa porta ma, forse per scherzo del destino, forse per maestria della sceneggiatura, il cofanetto con il DVD del film è vuoto.

Putin allora rispunta da dietro la porta e sventolando il cofanetto del DVD vuoto, sorride, guarda verso l’obiettivo della macchina da presa e dice:

“Questi sono i regali degli americani”.

Oggi è il 24 febbraio del 2022.

Stanley Kubrick aveva ancora ragione, peccato che era il 1964 ed era la guerra fredda.

The Putin Interviews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...